lunedì 20 maggio 2019

"Nel nome di Alice", un romanzo imperdibile per un pieno di emozioni!


Adoro perdermi nella lettura di un libro... ma non di un libro qualsiasi: adoro quelli che riescono veramente a catturare la mia attenzione... quelli che sanno darmi emozioni intense e forti... quelli che,  quando li hai finiti, ti volti e cerchi attorno a te questo o quel personaggio perche', ebbene si, quella lettura ha segnato indelebilmente la tua esistenza...


... e devo dire che questo libro, scoperto quasi casualmente su Facebook (e poi non ditemi che i social network non sono utili!), incorpora tutto questo tra le sue pagine... ed e' proprio per questo che voglio consigliarvi di leggerlo!




Si tratta di "Nel nome di Alice"...


... un romanzo scritto dal trentino Corrado Campestrini...


... edito dalla Casa Editrice trentina Curcu Genovese... ed ambientato nel mio splendido Trentino... un libro che fin dalle prime pagine vi coinvolgera' e vi trascinera' nel vortice degli eventi!


Da mamma, mi aveva proprio colpito la trama di partenza: il rapimento di tre bambini, avvenuto proprio a Trento e nei dintorni... diciamoci la verita', e' una delle paure di molti di noi genitori... ed e'  proprio la facilita' di immedesimarsi nei protagonisti di questo romanzo che ci porta a volerlo leggere tutto d'un fiato, per scoprire l'evolversi della vicenda...


... l'autore scrive in modo veramente piacevole e scorrevole: le descrizioni minuziose, necessarie per descrivere particolari fondamentali, scorrono sotto i nostri occhi, mai pesanti e mai noiose... e ve lo dice una che appena trova una descrizione un po' lunga nei libri, tende a saltare la pagina: eh si, cio' che non e' strettamente utile alla trama e alla narrazione principale, mi annoia a morte... e quindi tendo a saltarlo a pie' pari! Bene... leggendo "Nel nome di Alice" non ho mai saltato nemmeno mezza parola, davvero catturata riga dopo riga, dal vortice degli eventi e dal turbine delle emozioni!


Personalmente, una delle prime cose che ho apprezzato e che mi hanno fatto scattare la curiosita' e l'interesse verso questo libro, e' stato proprio il fatto che il romanzo sia ambientato nei luoghi conosciuti, nei posti che ho visto o che vedo ancora tutti i giorni... e vi garantisco che alla fine della lettura, mi sono ritrovata a cercare di trovare la linea di separazione tra la realta' e il romanzo... quasi fosse possibile magari incontrarne uno dei personaggi durante una passeggiata nel centro di Trento (non perche' e' la mia citta', ma obiettivamente e' davvero un bellissimo posto, e questo romanzo gli rende giustizia!)...


... eh gia', perche' quando ti immedesimi in cio' che leggi, il distacco tra il romanzo e la realta' diventa sempre piu' sottile mano a mano che le pagine scorrono sotto i tuoi occhi, fino a diventare impercettibile...


... e leggendo questo romanzo, ti ritrovi a pensare tu stessa come potresti tornare utile "alle indagini" (ma non vi dico altro, per non togliervi l'effetto sorpresa... ho sempre odiato chi spoilera i finali di film e libri ;)...), inconsapevolmente frughi nella tua mente pensando se anche tu, per caso hai qualche tassello da unire... pensi di avere anche tu un'intuizione, pensi di aver afferrato il dettaglio giusto o il particolare da altri ignorato...


... e invece no, non occorrerebbe... perche' stai "solo" leggendo semplicemente un romanzo... ma ecco che, solo poche righe dopo, stai cercando i dettagli dei posti teatro delle azioni narrate, per capire se ci sei stata anche tu... e poi ripensi all'ultima volta che sei passata in quel posto, frughi nella tua memoria per ricostruirti l'immagine esatta di quel luogo che anche tu conosci, confrontandone i particolari, quasi a volerne cogliere i segreti piu' profondi...


... e' semplicemente la magia inaspettata di un libro abilmente scritto, un libro che lascia il segno anche dopo che l'avete concluso!


Complimenti alla Curcu Genovese, per aver coperto e portato alla ribalta uno scrittore che puo' davvero portare alta la bandiera della narrativa trentina... e' sempre un orgoglio, per la nostra amata Provincia!


Insomma, forse si e' gia' capito da come ne parlo... ma questo romanzo mi e' proprio piaciuto molto, moltissimo! Si e' rivelato fin da subito coinvolgente (e' bellissimo, dopo tanti anni, ritrovarsi a leggere, e leggere, e leggere... per vedere al piu' presto come va a finire il libro!)... l'ho scoperto intenso, come le sensazioni e le emozioni scaturite durante la lettura (la paura, la suspance, il panico, l'adrenalina a mille... ma non solo! ;) )... ed e' stato davvero appassionante, visto che mi ha letteralmente "catturata" dalla prma all'ultima pagina... anzi, anche dopo, visto che mi e' rimasto nel cuore...

... non esagero, dicendovi che e' uno dei piu' bei romanzi che abbia letto, complimenti Corrado!!



Trovate il libro direttamente sul sito dell'editore Curcu Genovese, al link:
ma anche...
... su tutti i siti di vendita libri online (Amazon, Mondadori, ...),
... in tutte le librerie trentine,
... e anche nelle maggiori librerie del resto d'Italia (e se per caso nella vostra libreria di fiducia non dovessero averlo disponibile, chiedetelo e ve lo faranno avere in breve tempo).

Un sentito ringraziamento all'autore, Corrado Campestrini... per aver scritto questo piccolo capolavoro che fa' onore al Trentino... e per avermi dato modo di presentarvelo proprio qui, sulle pagine del mio blog.

E a voi, il mio arrivederci a presto... chissa' quale sara' la prossima proposta letteraria che vi faro' scoprire... seguitemi e lo scoprirete! Keep in touch! ;) 


Ah, dimenticavo... se sceglierete di leggerlo, fatemi poi sapere il vostro parere: ci tengo a scoprire se vi ho dato un buon consiglio di lettura, che voi siate trentini o che amiate semplicemente questa regione... ma sono certa che e' quello che ho appena fatto!


Nessun commento:

Posta un commento